Locazione turistica: mettersi in regola tutti!

E’ giunto il momento di mettere in regola il vostro appartamento per farci locazione turistica o AIRBNB model o, come la si chiama in terra Toscana: l’Appartamentaio.

ABITEREMO TUTTI IN UN GRANDE AIRBNB

A seconda della città in cui vi trovate sarà più o meno complicato, ma più facile di come la disegnano spesso sui Social. D’altronde si può capirli, nei Gruppi Facebook ci stanno 50% B&B e 50% Host, concordi sul punto che ci siano già fin troppi commensali seduti al loro tavolo! Da qui l’appello un giorno alle regole ed il giorno seguente al bastone e quindi alla carota. Ne comprendo il punto di vista perchè sono anch’io uno di loro, ma la mia visione è che nel futuro postcapitalista che ormai ci si palesa: “abiteremo tutti in un grande AIRBNB” come ci descrive con semplicità l’architetto Luca Molinari nel suo Le case che siamo . Ed a questo gioco ci sarà inevitabilmente posto per tanti, perché si tratta del nostro Mondo, delle nostre Città, della nostra casa.

GAME OVER

Capisco come non sia certamente un passo avanti per chi come noi ha vissuto “come non ci fosse un domani” gli ultimi 30 anni del secolo, contribuendo peraltro al debito lasciato alle generazioni successive, ma se è Game Over non possiamo che rimboccarci le maniche e pedalare! A proposito proprio del pedalare di quartiere in quartiere abbiamo appena chiuso un accordo con l’ARCI Lombardia per girare i suoi circoli e diffondere, partendo dalla strada, il verbo della Locazione Turistica tra calici di bianco e tavoli di briscola: se non hai lavoro o la pensione è al minimo AIRBNB è comunque un buon sistema per pagare le bollette e farci la spesa, se invece stai già benino ti ci paghi le ferie o la scuola dei figli.

PROPRIETA’ O AFFITTO?

Che la casa sia di proprietà non ha importanza perchè anche in affitto puoi fare Locazione Turistica, ed il padrone di casa non può farci nulla né appellarsi alla clausola “divieto di subaffitto” perché la cassazione ha ormai stabilito che questa si riferisce alla cessione “totale” del contratto non all’ospitalità. Perché di questo si tratta, la parola magica che produce energia inesauribile spingendo sempre più veloce e più in alto l’astronave della Sharing Economy Residenziale è proprio questa: Ospitalità!

Si tratta della rivincita della semantica aristotelica sull’ignoranza bizantina espressa da leggi e regolamenti sconclusionati.

PLAY BY THE RULES!

Tornando dalla Semantica all’Etica il punto vero è che mettere in regola la vostra casa è facile e veloce, soprattutto se abitate a Milano o Firenze, ma anche in Liguria la procedura è scorrevole. Lo è meno in Lazio e decisamente più difficile in Campania e Sicilia. Ogni regione e città ha il suo verbo ed il suo regolamento, ma indicativamente sono necessari una copia della scheda catastale della casa e del documento del conduttore. Se affidate a noi la pratica ci sarà poi da firmare la procura per la sua presentazione e quindi la richiesta di registrazione sul portale Alloggiati della Questura di competenza. Anche in questo caso prendete visione della documentazione necessaria a livello locale indicata più sotto. Ricordiamoci però che dove Comune o regione non assimilino la locazione turistica alla casa vacanze non imprenditoriale, è sempre necessario compilare e firmare insieme all’ospite il Contratto di Affitto in base all’art. 1, lettera c, legge n.431 del 1998. (scarica il contratto)

Noi dell’Associazione Host dell’Ospitalità Residenziale siamo a disposizione per informazioni legali e fiscali e ci occupiamo gratis per i nostri associati della mesa in regola dell’appartamento (€ 50 tessera annuale). Presentare la pratica da soli purtroppo è diventato più difficile da quando è obbligatorio utilizzare la piattaforma online del SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) perchè è necessario possedere  una Smart Card abilitata o la Firma Digitale, però ripeto che a Milano ne veniamo a capo se avete fretta anche in 24 ore, altrove da due a sette giorni. Verificate nel caso le indicazioni locali che trovate più sotto.

SE NON LO FACCIO?

Non mettersi in regola è un’alternativa che con il passare del tempo diventa sempre più rischiosa. A questo riguardo a Como vigili e Finanzieri fermano i turisti con targa estera e gli chiedono dove dormono, quindi verificano sul portale Alloggiati della Polizia se risultano dichiarati. Ma poi non c’è da investigare troppo perché siamo in un Paese dove l’invidia regna sovrana e per la Polizia Locale sono già sufficienti le segnalazioni che ricevono da vicini di casa o direttamente dal condominio, da alberghi e pensioni ma soprattutto dal B&B della porta accanto, giustamente arrabbiato perché a differenza della Locazione Turistica è obbligato dentro una gabbia normativa e fiscale costosa ed inutile. Ed in quanti si dimenticano o proprio non lo sanno o non ci pensano alla necessità del contratto scritto di locazione, sottoscritto da tutti e due ospite ed Host!

 

AUTODICHIARAZIONE LOCAZIONE TURISTICA

SPECIFICHE LOCALI  E DOCUMENTAZIONE RICHIESTA
( riceviamo dai lettori e volentieri pubblichiamo aggiornamenti e/o modalità di altre città e regioni )

MILANO

La pratica è da inoltrare unicamente online attraverso la piattaforma SUAP MILANO – utilizzando la Firma Digitale necessaria sia per accedere (ma si può fare anche attraverso registrazione individuale) ma soprattutto per firmare i singoli documenti da allegare:

  1. documenti identità proprietario o conduttore
  2. scheda catastale con pianta appartamento
  3. eventuale titolo di conduzione (affitto o altro)
  4. modulo questura da inviare all’Ufficio Alloggiati presso la Questura di Milano con la copia della presentazione autenticata restituita dal SUAP (scarica documento)
  5. modulo richiesta iscrizione portale Imposta di Soggiorno da inviare a impostasoggiorno@comune.milano.it (scarica documento)

LIGURIA

A seguito dell’entrata in vigore del Regolamento di attuazione del Testo unico sul turismo di cui alla L.R. 32/2014, approvato con delibera della Giunta regionale n.346 del 5 maggio 2017, per affittare un appartamento in Locazione Turistica occorre registrarsi presso la Regione inviando la richiesta a protocollo@pec.regione.liguria.it con la seguente documentazione in formato pdf digitale (no foto da cellulare):

  1. Il modello di comunicazione CO-AAUT (scarica documento) compilato e firmato
  2. Il modello anticorruzione (scarica documento) compilato e firmato
  3. Allegare copia del documento di identità
  4. Inviare l’apposito modulo di richiesta Certificato Digitale compilato e firmato all’Ufficio Alloggiati della questura di competenza (scarica documento)

FIRENZE

Per affittare la propria casa in Locazione Turistica a Firenze  è necessario:

  1. registrarsi in Comune tramite accesso digitale certificato ( è sufficiente anche la tessera sanitaria purchè abilitata con PIN e lettore smart card) alla piattaforma incaricata  
  2. Procedere con la comunicazione all’Ufficio Alloggiati presso la Questura di Firenze
  3. Richiedere le credenziali per il pagamento dell’imposta di soggiorno

Qui potete scaricare una breve informativa rilasciata dal Comune di Firenze specificatamente per gli operatori di Locazione Turistica.

ROMA

Dopo alterne vicende l’ultimo Regolamento 16 giugno 2017, n. 14 “Modifiche al Regolamento regionale 7 agosto 2015, n. 8 Nuova disciplina delle strutture ricettive extralberghiere” (scaricalo qui), stabilisce che è possibile affittare la propria abitazione in Locazione Turistica attraverso la seguente procedura:

  1. compilare il modulo COMUNICAZIONE ALLOGGI AD USO TURISTICO (scarica l’ultima versione del 04/07/2017) ed inviarlo a protocollo.turismoformazionelavoro@pec.comune.roma.it
  2. registrarsi presso l’Ufficio Alloggiati della Questura di Roma (scarica l’informativa con la modalità di presentazione)
  3. per il pagamento dell’imposta di soggiorno visitare la pagina specifica del Comune di Roma https://www.comune.roma.it/pcr/it/newsview.page?contentId=NEW711232

 

DOVE SIAMO

Dove trovarci? A Milano tutte le sere alle 18 al circolo Arci Bellezza c’è sempre qualcuno di noi, da settembre cominciamo un ciclo di incontri tutti i lunedì sera dalle 18 alle 20 nell’auditorium del Comune zona 3 in via Valvassori Peroni. Dietro appuntamento ci potete trovare nei nostri uffici di:

  • Milano, via Serio 16 tel. 02 87261660 – 346 3711538.
  • Firenze, piazza della Vittoria 6 tel. 055 362181
  • Napoli, Centro Direzionale Isola G7 tel. 347 3060880

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *