Tipi da Sharing Economy – Il Pensionato

Elio ha passato i settanta ma non ha perso lo stile comunicativo del rappresentante sindacale per quarant’anni tra la catena di montaggio OM e la Pirelli. Ancora oggi infatti quando ti parla cerca sempre negli occhi dell’interlocutore un confronto franco e diretto, come diretto è il suo parlare. Possiede una casa di proprietà nella zona Porta Romana/ Ripamonti, acquistata a rate attraverso accordi di fabbrica come si usava una volta, ma è rimasto vedovo ed i figli sono ormai grandi ed abitano ognuno per suo conto.

Un anno fa ha affittato le due stanze per l’intera stagione a studenti della Bocconi, ma avere inquilini fissi è troppo impegnativo per lui perché diventano come altri figli dei quali portare la responsabilità ed alla fine la convivenza si è rivelata troppo complessa. Al circolo Arci, teatro della sua briscola pomeridiana, ha scoperto attraverso un incontro pubblico sulla Sharing Economy , che poteva muoversi a casa sua come un piccolo B&B non imprenditoriale superando così il limite dell’affitto stagionale. L’associazione Host dell’Ospitalità residenziale Italiana gli ha dimostrato che le due stanze si potevano affittare una per l’altra tra i € 20 e € 30 per notte. Nel caso specifico poi applicando una strategia di pricing che premi con uno sconto a scalare il soggiorno tra i tre ed i quindici giorni, senza però applicare tariffe speciali sulle permanenze oltre le due settimane in modo da rendere meno conveniente l’affitto stagionale o mensile.

Uno dei punti che ha convinto Elio è stato quello economico: la gestione dei contratti attraverso canali come AIRBNB infatti prevede il pagamento anticipato al portale stesso, sollevando così il proprietario dal problema del rapporto economico con l’ospite, che nella precedente esperienza con gli studenti era stato motivo di amarezza e di complicazioni tra Elio ed i suoi ospiti.
La sua attività di Host è cominciata questo aprile con una tariffa flat per tutto l’anno, con uno sconto per chi prenotasse le due stanze insieme, così da avvantaggiare nel caso famiglie o piccoli gruppi in trasferta per fiere o eventi, e nel giro di tre settimane ha raccolto già cinque richieste di cui 4 subito confermate.

Senza interrogare la sfera di cristallo data la zona centrale e molto richiesta e mantenendo la tariffa appena sotto il livello dei B&B professionali, sicuramente Elio ricaverà dall’affitto breve delle due stanze più di quanto prendeva in precedenza per tutta la stagione, con meno problemi e più simpatia.

E’ molto soddisfatto di questa scelta anche perché si tratta di una persona che cerca facilmente il rapporto con gli altri e la presenza in casa di ospiti (paganti!) non lo disturba affatto anzi gli da sicurezza.

L’unico problema che abbiamo dovuto affrontare è che Elio non conosce Internet e posta elettronica, ma un giovane del Circolo Arci si subito è offerto di gestire tutte le comunicazioni per lui, così come l’invio in questura delle anagrafiche, e noi stessi lo abbiamo comunque inserito in un record di utenti da tenere sotto controllo per arrivi e conferme. Tra i due amici troveranno poi modo di gestirsi al banco del Circolo tra un bianchino, una cocacola ed un panino il pareggio dei propri conti per i servizi resi.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *